Acero di monte (acer pseudoplatanus)

L’acero di monte cresce a quote montane da 500 a 1500 metri circa. La fibra di questo legno è molto elastica ed arriva a pezzature considerevoli così come l’altezza. A differenza del campestre la sua crescita è molto più veloce così come la sua diffusione e ciò consente di poterne usufruire in quantità. Data la sua facile reperibilità e le sue caratteristiche è stato usato ed è usato spesso per la costruzione di qualsiasi cosa in legno oltre che di strumenti musicali. L’acero di monte più commercializzato è quello che proviene dall’area dei Balcani, ma per esperienza personale preferisco quello che viene dall’Italia poiché se stagionato a dovere conserva una fibra spesso più tenace senza perdere in elasticità.